BRUNICO | BORGHI D’ITALIA

Dopo una settimana di pausa causa impegni vari, eccoci di nuovo con il consueto appuntamento con i Borghi d’Italia.

Ci siamo lasciati alle spalle due tappe toscane, e ora ci avventuriamo a Brunico, un comune italiano in provincia di Bolzano.

Brunico venne fondata dal principe vescovo Bruno von Kirchberg dal quale ha preso il nome, unico esempio in Alto Adige di denominazione di città dal fondatore.

A livello di estetica, è sicuramente più vicina all’arte austriaca rispetto a quella italiana perché, effettivamente, si trova a 70 chilometri dal Passo del Brennero.

Cosa vedere

  • Via Centrale: è la strada principale del centro storico
  • Chiesa dello Spirito Santo all’Ospedale: personalmente è una tappa fissa quando si va con la family; è uno spettacolo il gioco di luci che si crea tra i raggi del sole e l’intonaco bianco della chiesa
  • Castello di Brunico: è facilmente raggiungibile con una passeggiata che sale sulla collina dal centro della città. L’ingresso avviene attraverso il portone meridionale, dove un tempo c’era un ponte levatoio.

Dove sciare

Se siete amanti della neve e dello sci, non dovete assolutamente perdervi il comprensorio sciistico di Plan de Corones, a 3 chilometri a sud di Brunico.

32 impianti di risalita, 50 piste per un totale di 119 chilometri: siete ancora li?

P.S.: Nel novembre del 2009, Brunico risulta prima in una classifica dei borghi italiani in quanto a vivibilità, felicità e sostenibilità; io un giretto ce lo farei, non si sa mai di trovare una gioia.